In Evidenza: Emergenza COVID-19

Mozione del 23 Aprile 2019

Mozione

Al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Al Ministro della Salute

All’Osservatorio Nazionale della Formazione Medica Specialistica

 

Mozione

La Conferenza Permanente delle Facoltà e delle Scuole di Medicina e Chirurgia

VISTO il D.L. n. 402/2017 recante la definizione degli standard, dei requisiti e degli indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria ai sensi dell’art. 3, comma 3, del D.I. n. 68/2015

CONSIDERATI gli esiti della prime due tornate del processo di accreditamento delle Scuole di Specializzazione e le criticità emerse in prima applicazione delle norme dettate dal citato decreto

CONSIDERATE le ulteriori criticità appalesatesi durante l’attuale terza tornata di accreditamento in ordine anche alla non completa congruenza dei dati pre-caricati dall’AGENAS con quelli richiesti dai requisiti assistenziali previsti per le singole scuole e la conseguente necessità di ripetute richieste di integrazioni documentali con tempistiche di sovente così incalzanti da non essere sempre sostenibili soprattutto per il recupero delle documentazioni dalle strutture della reti formative

PRESO ATTO del Decreto del MIUR di concerto con il Ministero della Salute del 28 febbraio 2019 concernente la proroga del termine di cui all'articolo 8, comma 2 del decreto 13 giugno 2017, recante: «Standard, requisiti e indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria» con il quale si consente alla Scuole di Specializzazione in condizione di accreditamento provvisorio per il cosiddetto “requisito di docenza” di raggiungere tale requisito durante l’anno accademico 2018-2019 (terzo anno accademico della I coorte di assistenti in formazione dall’entrata in vigore del nuovo sistema di accreditamento) a condizione che gli Atenei di riferimento dimostrino di aver messo in atto le procedure necessarie al reclutamento del II docente.

RICORDATO che l’interpretazione condivisa (cfr  nota della DGSINFS – MIUR Dott.ssa Melina del 17/4/2018) relativamente al termine per il raggiungimento da parte delle scuole anche degli altri  requisiti disciplinari di cui al D.I. 65/2015 in base al combinato disposto del comma 3 dell’articolo 6 del D.I. 65/2015 e del comma 2 dell’articolo 8 del D.I. 402/2017, pone tale termine al 30 dicembre 2019, cioè alla fine del II anno di corso riferito alla coorte di assistenti in formazione che hanno iniziato il I anno (nell’anno accademico 2016/17) il 30 dicembre 2017,   

La Conferenza Permanente delle Facoltà e delle Scuole di Medicina e Chirurgia

ESPRIME PREOCCUPAZIONE per il fatto che la tempistica dell’attuale terza tornata di accreditamento, già di per se ridotta  in considerazione della necessità di ricaricare la totalità dei dati in funzione dell’utilizzo della Banca Dati delle strutture aggiornata da Agenas al 31/12/2017, essendo  stata di fatto incalzante a fronte delle ricordate richieste di integrazione documentale, possa aver causato errori e/o omissioni nel caricamento dei dati da parte delle scuole nonostante l’impegno profuso da parte di tutti;

RITIENE che in nessun modo debba essere anticipato il termine del 30 dicembre 2019  per il raggiungimento da parte delle scuole anche degli altri requisiti disciplinari, diversi da quello specifico di docenza, di cui al D.I. 65/2015 e che quindi debba essere comunque considerato tale termine per la procedura di accreditamento definitivo per le scuole che ancora non li abbiano raggiunti al momento dell’inserimento dei dati appena effettuato;

AUSPICA la piena considerazione di quanto in questa sede rappresentato da parte dell’Osservatorio Nazionale della Formazione Medica Specialistica e dei Ministeri Competenti affinché non si verifichino inopportuni irrigidimenti che rischierebbero  di vanificare, almeno parzialmente, il cospicuo e fruttuoso lavoro condotto in questi anni, con l’impegno di tutti, per giungere a  quel quadro normativo e regolamentare sempre più funzionale al reale miglioramento della qualità del percorso formativo offerto su tutto il territorio nazionale dalle Scuole di Specializzazione a cui tutti gli attori coinvolti legittimamente tendono;

RIBADISCE, nella sua qualità di interlocutore specificamente informato in quanto attore principale del coordinamento delle attività delle Scuole di Specializzazione di Area Medica e in ordine alla partecipazione prevista per legge negli Osservatori Regionali, la propria disponibilità ad un confronto costruttivo con il Ministro e gli Uffici del MIUR, con il Ministro e gli Uffici del Ministero della Salute e con l’Osservatorio, ai fini di una completa sinergia di azione anche per sfruttare il tempo ancora disponibile, prima del termine del 30 dicembre 2019  per il raggiungimento da parte delle scuole dei requisiti disciplinari di cui al D.I. 65/2015, per  l’adozione delle modifiche normative necessarie alla soluzione delle principali criticità emerse in questi primi anni di adozione delle nuova procedura di accreditamento.

Roma 23 aprile 2019

                                                                                                                               

                                                                     Il Presidente della Conferenza Permanente

                                                                       Facoltà e Scuole di Medicina e Chirurgia

                                                                                      Prof. Carlo Della Rocca